Fondi Pensione aperti: un “gran regalo” per il futuro dei tuoi figli

Fondi Pensione aperti: un “gran regalo” per il futuro dei tuoi figli

  • Categoria dell'articolo:News

Bisognerebbe far conoscere di più la potenzialità dei fondi pensione aperti perché siamo un Paese interessato al risparmio, preoccupato per il futuro dei figli, ma non sempre previdente nel modo corretto. Incentivare la cultura del risparmio non solo per i minori ma anche tra i neo-genitori è oggi una priorità.

Fino a poco tempo fa il risparmio per i minori si è concentrato, in banca, sul “libretto tradizionale” ed in posta sul “libretto postale”. Tutti noi conosciamo l’operatività: si va alla cassa della filiale bancaria o dello sportello postale, si versa una quota in contanti su un conto a favore di un minore che, al compimento della maggiore età, potrà incassare il totale che con ogni probabilità sarà sicuramente meno di quanto versato.

La propensione da parte di genitori o nonni di sottoscrivere prodotti dedicati ai figli o ai nipoti, specie in occasione della nascita o del battesimo, c’è sempre stata e continua ancora oggi. In linea generale rimane però per la maggior parte dei clienti la paura a vincolarsi a prodotti disinvestibili. Tutta colpa dell’incertezza economica del nostro paese, che ha ricadute pesanti nelle tasche delle famiglie, preoccupate di non riuscire a mantenere una promessa di risparmio che sia troppo vincolante nel tempo. Per questo motivo affidarsi a programmi di risparmio intestati a minori con pochi vincoli nella gestione, oggi rappresenta sicuramente una delle migliori soluzioni.

Bisogna diversificare e pensare al futuro dei nostri bambini, per questo il nostro suggerimento è quello di investire una parte di soldi in un fondo pensione aperto. In questo modo si ottengono veramente tanti vantaggi:

  • tassazione agevolata,
  • rendimenti più alti,
  • impignorabilità e insequestrabilità,
  • flessibilità di versamento
  • agevolazioni fiscali.

I fondi pensione aperti godono di una gestione totalmente autonoma senza vincoli di appartenenza a categorie sindacali o meno. Il fondo viene intestato al bambino fino a quando lo stesso non sarà fiscalmente autonomo.

Il genitore co-intestatario del fondo invece, potrà dedurre dalla propria dichiarazione dei redditi quanto versato con il massimo di 5.164,57€. Eventuali eccedenze non si deducono ma fanno montante, già questo è un vantaggio perché produce un risparmio annuo immediato che oscilla da un minimo del 23% ad un massimo del 43% della somma versata.

  • Nessun obbligo di versamento se non all’apertura del fondo,
  • Nessun vincolo di compagnia,
  • Trascorsi due anni si può trasferire ad altro fondo,
  • Gestione autonoma dei versamenti e della scelta finanziaria su cui far confluire il denaro,
  • Possibilità dopo solo 8 anni di richiedere il 30% di quanto accumulato per motivi personali.

Una vera e proprio salvaguardia del patrimonio, in quanto i fondi pensione sono patrimonio autonomo e separato all’interno del patrimonio complessivo del gestore, quindi non si corrono rischi.

Facciamo un esempio pratico per capire meglio: versando anche solo 100,00€ al mese sul fondo pensione del proprio figlio, il genitore risparmia come minimo 276,00€ all’anno di tasse andando ad abbassare il suo reddito di 1 200,00€.

I fondi pensione che proponiamo devono essere intestati al figlio minore, che deve essere soggetto fiscalmente a carico del genitore che apre il fondo. Alla maturazione della pensione si aprono varie possibilità di scelta:

  • il riscatto totale,
  • un’ integrazione della pensione,
  • una parte di riscatto ed una parte di pensione integrativa.

I nostri consulenti esperti sui fondi pensioni aperti sono a disposizione per offrire una consulenza gratuita su ogni tipo di potenzialità.

Contattaci per maggiori informazioni